Loading

Blog

Recent ActivityRecent Activity

Perché la vostra produzione Food and Beverage non è più quella di una volta

Main Image

La produttività della vostra macchina da imballaggio non è più quella di una volta?

Il settore del packaging in campo alimentare continua ad essere caratterizzato da un numero sempre più elevato di SKU, da una maggiore personalizzazione e dalla necessità di tracciare i prodotti, e tutto ciò ha un impatto significativo sull'indice che misura l’efficacia delle apparecchiature (OEE).

Se in passato alcuni OEM assicuravano un OEE elevato ai loro utilizzatori finali, oggi, invece, molti clienti riportano un OEE molto più basso, tra il 40% e il 60%.

Qual è il motivo di questo cambiamento? Molto spesso il numero crescente di prodotti e di opzioni di confezionamento che gli utilizzatori finali devono produrre richiede il cambio prodotto della macchina. E ogni volta che la linea deve essere cambiata, la produzione si ferma e la produzione diminuisce.

È evidente, quindi, che un nuovo tipo di produzione richiede un nuovo tipo di macchina  che assicuri maggiore flessibilità e intelligenza. La tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti fa proprio questo.

 

Ottenere di più dalle macchine da imballaggio

La tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti utilizza dei carrelli controllati singolarmente che trasportano i prodotti lungo una guida, offrendo innumerevoli vantaggi rispetto ai tradizionali sistemi di trasporto con ingranaggi, catene e nastri.

Per cominciare, è possibile cambiare la produzione con la semplice pressione di un pulsante. Le librerie di oggetti consentono una standardizzazione e una rapida implementazione per preimpostare i profili di movimento dall'HMI, il che assicura tempi di fermo macchina praticamente nulli per il cambio di formato.

A differenza dei sistemi di movimentazione tradizionali che prevedevano una distanza fissa tra i prodotti, la tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti è a passo variabile. La distanza tra i prodotti sulla linea di produzione può essere regolata per adeguarsi ai vari formati di prodotto. Questa flessibilità consente di ottimizzare la produzione e di aumentare il rendimento per tutti i prodotti alimentari confezionati, il tutto in una sola linea.

DT Engineering, sviluppatore di automazione industriale e system integrator, ha utilizzato la tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti in un nuovo sistema di un cliente Fortune 500 che voleva ottenere un OEE dell’85%. La soluzione ha permesso invece di raggiungere un OEE del 97%. Sulla base di questo successo, DT Engineering ha implementato questa soluzione in un nuovo prodotto per un'ampia gamma di applicazioni di assemblaggio, dosaggio e confezionamento.

La spaziatura intelligente dei carrelli aiuta anche in uno dei maggiori punti critici della produzione: quello dell'alimentazione. Essendo una delle fasi più complicate del confezionamento degli alimenti, se un'applicazione presenta dei colli di bottiglia, è generalmente nella fase di alimentazione del prodotto. La tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti permette di regolare la spaziatura tra i carrelli per evitare rallentamenti in specifiche stazioni di imballaggio e può combinare processi continui e temporizzati per una produzione virtualmente illimitata.

Quando ECONO-PAK ha avuto bisogno di creare una macchina confezionatrice/cartonatrice in grado di gestire tutte le varietà di prodotti di un cliente del settore dolciario, ha utilizzato la tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti. La macchina da sostituire usava un comune sistema di trasporto a catena ed era stata predisposta per l’imballaggio di singoli vassoi di cioccolatini. Di conseguenza, la velocità della macchina dipendeva dall’operazione più lenta nella procedura di confezionamento.

Sulla nuova macchina, l'alimentazione e lo spingi-cartoni sono ora separati. La tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti viene utilizzata per posizionare delle navette sotto l’ingresso del prodotto, raccogliere fino a tre confezioni di blister o vassoi, e poi spostarle rapidamente alla stazione di confezionamento. Dato che le navette sono controllate in modo indipendente, un tempo di permanenza più lungo alla stazione di alimentazione quando viene depositato più di un vassoio, non ha alcun effetto sulla velocità complessiva della macchina. Questo ha permesso al cliente di ottenere un aumento del 50% della produzione.

 

Ripensare l'imballaggio primario

L'ultima novità del sistema di movimentazione intelligente a carrelli indipendenti di Rockwell Automation è iTRAK 5730 small-frame.

Si tratta di un sistema espandibile in base alle operazioni di imballaggio multiprodotto di oggi e ha un ingombro ridotto. Ciò permette di aumentare la flessibilità e la produttività della tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti per le applicazioni di imballaggio primario, come flow wrapping, incartonamento, confezionamento con riempimento e sigillatura.

Il sistema, inoltre, aiuta a migliorare sicurezza e produttività grazie alle funzioni di sicurezza integrate. La possibilità di creare delle zone di sicurezza, ad esempio, aumenta la produttività consentendo a una macchina di continuare a lavorare al di fuori della zona di sicurezza dove si è verificato un problema. Funzioni come Safe Stop e Safe Torque Off contribuiscono a migliorare ulteriormente la sicurezza della macchina.

 

Tornare ai massimi livelli

Tornare ad avere elevati livelli OEE non è una chimera. La nostra tecnologia di movimentazione a carrelli indipendenti può essere un valido aiuto.

Fate clic qui per saperne di più su come questa tecnologia può aiutarvi a creare macchine da imballaggio con prestazioni migliori.


Michaela Kaufmann
Michaela Kaufmann
Product Manager, iTRAK, Rockwell Automation
Michaela Kaufmann
Subscribe

Subscribe to Rockwell Automation and receive the latest news, thought leadership and information directly to your inbox.

Recommended For You